ANCI inserisce nello speciale Focus-I comuni per i giovani l’iniziativa promossa da Streetbook

Con l’inizio della nostra quarantena, la nostra vita è radicalmente cambiata. Nuove abitudini da creare, tempo lento da scandire con nuove attività, tutte da inventare. I social, spesso criticati e demonizzati, diventano uno strumento indispensabile per comunicare, vedere parenti ed amici; sono la nuova finestra sul mondo e ci fanno sentire meno soli. 

In questa condizione di vita sospesa nasce, da StreetBook, una nuova rubrica: Podbook.

I libri “raccontati” attraversano le strade, bussano alla porta, entrano nelle case e fanno  compagnia a grandi e bambini. Un invito all’invito all’ascolto di favole, romanzi, gialli, saggi per ogni desiderio.

La nostra idea entra a far parte a pieno titolo del progetto culturale Streetbook, un format nato per promuovere e diffondere la lettura, nato da un’idea tutta dell’Assessorato alla Cultura e Diritto allo Studio, con la collaborazione dei Comitati di Quartiere e delle scuole di ogni ordine e grado. Progetto culturale che, anche in tale situazione di disagio e distanziamento sociale, continua la propria attività, promuovendo la lettura e raggiungendo le persone in modo diverso, attraverso internet.

In poco tempo, la nostra rubrica, ha raggiunto molte persone, che “ci” hanno ascoltato da case lontane e vicine. La sorpresa più bella è stata la partecipazione delle scuole che hanno fatto del primo audiolibro on line, “Il Piccolo Principe”, materiale didattico e l’inserimento di Podbook, da parte dell’Anci, nello speciale Focus – I comuni per i giovani (https://bit.ly/Focus-Iniziative-per-i-giovani)